Trovare il nostro posto nella vita

sbocciamo insieme

A volte passiamo tutto il tempo a cercare il nostro posto nella vita, senza accorgersi di dove siamo.

La mia esperienza

Durante l’ adolescenza la mia timidezza patologica era aggravata dal fatto di essere obesa: venivo presa in giro quotidianamente e per questo per un periodo è stato difficile anche soltanto uscire di casa.

Andare a scuola era diventato un incubo perché c’ era un ragazzo che mi aveva preso di mira e mi tormentava tutti i giorni.

Oggi questa cosa si chiama bullismo e si sta cercando di fare qualcosa per contrastarlo ma a quell’ epoca chi si trovava vittima di certe persone non aveva modo di difendersi.

Anche uscendo di casa trovavo sempre il simpaticone che mi additava e faceva battute su di me.

Ero ancora una ragazzina e queste cose mi facevano male, così tanto male che per un periodo mi sono chiusa in casa, spaventata dal mondo là fuori.

 

Il mio primo viaggio

Poi, a 17 anni, ho fatto il mio primo viaggio all’ estero.

Con il treno ho attraversato la Francia fino a Calais, ho preso il traghetto e sono sbarcata a Dover e da lì, sempre in treno, sono arrivata a Londra.

Appena arrivata ho provato la strana sensazione di sentirmi a casa.

Era come se io fossi sempre stata là.

La cosa che mi piaceva di più era quella di poter andare ovunque senza sentirmi al centro dell’ attenzione, perché a Londra le persone sembravano non notarmi.

Poi c’ era quella bellissima sensazione legata al senso di libertà che provavo: andavo in giro tutto il giorno, vedevo posti nuovi, prendevo la metropolitana e tutto era avventuroso ed affascinante.

Restavo a bocca aperta ammirando quei quartieri che già avevo visto in tanti film al cinema.

Se ci pensi Mary Poppins, Peter Pan e La carica dei 101 sono ambientati a Londra e i protagonisti vivono in quelle belle case tipiche della Londra vittoriana.

Ritrovarmi a passeggiare per quelle strade mi faceva sentire come la protagonista di un film.

Se poi ci aggiungiamo il mio animo romantico e sognatore ecco spiegato il mio grande amore per Londra.

 

Trovare il proprio posto nella vita

Trovare il posto che ci appartiene, quello che consideriamo davvero la nostra casa, è molto importante.

Non bisogna per forza spostarsi chissà dove, forse il nostro posto è proprio dove siamo adesso.

Prova a pensare a come ti senti in casa tua, nel tuo posto di lavoro, nella tua città.

Forse pensi che cambiare tutto ( città, lavoro, abitudini… ) sia l’ unico modo per essere finalmente felice.

Pensi che in un’ altra situazione non saresti più timida, saresti una  persona sicura di sè, ma io credo che non sia vero.

Se abbiamo dei problemi dobbiamo affrontarli e non dobbiamo scappare sperando in un miracolo che non arriverà.

Se siamo timidi, saremo timidi ovunque, se siamo insicuri, saremo insicuri ovunque.

Ripensando a quel viaggio a Londra mi sono chiesta perché lì stavo così bene e nel posto dove vivevo no.

Penso che la cosa principale sia perché ero in vacanza, non avevo impegni e doveri e potevo godermi le giornate, non conoscevo nessuno e questo mi faceva sentire libera.

A casa mia invece mi sembrava di essere sempre sotto i riflettori, continuamente messa sotto accusa principalmente per il mio aspetto fisico, ma non solo.

Poi però ho capito che nella vita non si può sempre scappare, anzi così facendo nascondiamo i nostri problemi ma non li risolviamo e presto o tardi si ripresenteranno.

L’ unica cosa da fare è analizzare la situazione e cercare di capire una volta per tutte quali sono i problemi che ci bloccano e quali sono le soluzioni per eliminarli.

Facciamo insieme questa riflessione?

Prova a pensarci, come dico sempre, a piccoli passi ce la faremo.

A presto,

Paola

 

 

Utilizzando il sito, scorrendo la pagina e continuando la navigazione accetti l' utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando su " maggiori informazioni " potrai leggere la nostra cookie police dettagliata. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi