Solo se ti senti bene puoi prenderti cura di te

sbocciamo insieme

PRENDERSI CURA DI NOI QUANDO NON STIAMO BENE

Non ti senti bene, sei triste, stressata, non hai nè la voglia nè la forza di fare niente, non sai con chi uscire…

Tutti possono vivere dei momenti così e quando succede l’ ultima cosa a cui si pensa è prendersi cura di sè.

Alzarsi la mattina e fare una doccia, vestirsi bene, truccarsi e fare una buona colazione sono tutte cose che si fanno normalmente, senza neanche pensarci perchè sono gesti che ci fanno sentire a posto ed in grado di affrontare la giornata.

Se invece per qualsiasi motivo non stiamo bene o siamo tristi tutte queste cose così normali diventano faticosissime da fare, come se fossero delle immense montagne da scalare a mani nude.

LA MIA ESPERIENZA

Devo confessare che purtroppo anche io ho avuto dei momenti così e ne ho anche parlato qui sul blog.

La cosa più brutta è che se inizi a trascurarti lo farai sempre di più: invece di migliorare le cose peggiorano velocemente e a volte non è neanche facile rendersene conto.

In questo caso l’ aiuto di chi ci sta intorno può essere prezioso: io sto iniziando piano piano ad uscire da questo tunnel e devo ringraziare le mie figlie.

Mi vedono chiusa in casa, senza trucco, sempre in tuta e mi hanno fatto capire che questa cosa a loro non piace.

Rendermene conto è stato faticoso perchè a volte la verità può fare male ma soprattutto perchè mi sono accorta

di stare deludendo le persone che amo di più.

Allora, come faccio sempre quando devo ragionare e trovare una soluzione per un problema, mi sono seduta ed ho iniziato a scrivere.

Ho fatto l’elenco di tutto quello che non va bene nella mia vita a livello fisico, personale, psicologico e di organizzazione casalinga e mi sono spaventata perchè la lista è veramente lunga.

Accanto ad ogni problema che  ho individuato ho scritto quella che potrebbe essere la soluzione.

Per farti un esempio: ho scritto che la casa è sempre in disordine e poi, come soluzione, i passi che poco alla volta possono portarmi a risolvere questo problema.

La cosa importante è dividere il compito in piccoli step, sennò ci sentiremo sopraffatti da tutto quello che c’ è da fare e rinunceremo presto.

Quindi tra le soluzioni non ho scritto ” mettere tutto a posto entro due giorni “ perchè è una cosa che non si può fare in così poco tempo.

Ho scritto invece ” dedicare un’ ora al giorno a riordinare “ e già avere deciso quanto tempo dovrò dedicare a questo lavoro mi fa sentire più serena.

So che ci vorrà più tempo, ma arriverò lo stesso al risultato di avere una casa ordinata e non mi sarò ammazzata di fatica facendo tutto in una volta.

Per facilitarmi il compito ho creato un PDF:

risolvo i miei problemi pdf

Se lo vuoi usare puoi scaricarlo, insieme a tantissimi altri, iscrivendoti alla newsletter del blog.

LA MIA TABELLA DI MARCIA

Come ti ho detto la mia lista di cose da sistemare è piuttosto lunga, per questo ho deciso di affrontarne una alla volta.

Del resto i problemi non si sono creati da un giorno all’ altro e sarebbe assurdo pretendere di sistemarli in pochissimo tempo.

Questo è il metodo che ho deciso di usare:

  1. dedico un po’ di tempo pensando a tutto quello che non va e che voglio cambiare
  2. compilo il PDF
  3. scrivo i problemi nella 1° colonna
  4. scrivo la soluzione che ho trovato nella 2° colonna
  5. nella 3° colonna divido la soluzione in piccoli passi
  6. sorrido! rendermi conto dei problemi e cercare di risolverli vuol dire che sto ricominciando ad occuparmi di me ed a volermi bene
  7. decido quale problema affrontare per primo
  8. decido dove tenere la lista in modo da averla sempre sott’ occhio e ricordarmi quello che ho deciso di fare

Per esempio:

  • accanto al tavolo della colazione, così la vedrò tutte le mattine e sarò sempre motivata
  • in bagno
  • nell’ agenda perchè io segno tutto lì dentro e la consulto tutti i giorni
  • vicino al letto per poterla vedere prima di dormire e decidere cosa fare il giorno dopo.

Ora forza e coraggio, tocca a te!

I problemi ci sono e ci saranno sempre, l’ importante è non gettare mai la spugna e continuare ad affrontarli.

Quando riusciamo a superarli dimostriamo a noi stessi quanto valiamo e questo fa andare la nostra autostima alle stelle ( ed è proprio quello di cui abbiamo bisogno, vero? )

Buon lavoro!

Paola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, scorrendo la pagina e continuando la navigazione accetti l' utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando su " maggiori informazioni " potrai leggere la nostra cookie police dettagliata. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi