L’ attimo fuggente: recensione del film

film

Questa è secondo me una delle più belle interpretazioni di Robin Williams che recitando il ruolo del Professor Keating ci ha lasciato uno dei più intensi personaggi della storia del cinema.

In questo film seguiamo due racconti paralleli: da una parte vediamo come il Professor Keating cerchi di ampliare la mente dei suoi studenti facendoli avvicinare alla poesia e dall’ altra seguiamo le vicende di un gruppo di ragazzi che cercano la loro strada nella vita.

La trama del film

Il film è ambientato in America nel 1959, nel collegio maschile Welton, una scuola elitaria e ricca di tradizioni nella quale le famiglie ricche o che aspirano ad entrare nella “ buona società “ iscrivono i propri figli, per permettere ai ragazzi di avere la migliore preparazione in vista dell’ ammissione alle più prestigiose università.

Le regole del collegio in fatto di comportamento e di dedizione allo studio sono molto rigide e l’ arrivo del nuovo professore, con i suoi metodi poco ortodossi, mette a rischio tutto l’ ordinamento scolastico.

Proprio per questo suo modo di insegnare Keating non è visto di buon occhio dal corpo insegnanti ma diventa ben presto un idolo per gli studenti che vedono in lui una possibilità per cambiare i metodi troppo severi della scuola.

 

Per quanto riguarda i ragazzi seguiamo in particolare la storia di Neil Perry, pieno di sogni e di capacità ma succube del padre che ha già deciso tutto quello che suo figlio dovrà fare nella vita.
Dovrà andare all’ università e laurearsi per ottenere un lavoro importante che dia lustro a tutta la famiglia.

Il sogno più grande di Neil, però, è quello di recitare e una sera, disobbedendo al padre, prende parte ad una recita ottenendo anche grande successo.
Il padre lo viene a sapere e gli ordina di non recitare mai più. Neil è disperato perchè non vuole rinunciare al suo grande sogno ma non riesce a far valere le sue ragioni. La sera, quando i suoi genitori dormono, si uccide con un colpo di pistola.

Di tutto questo viene incolpato il professor Keating, che secondo il preside della scuola ha istigato i ragazzi alla disobbedienza e per questo viene licenziato.

Nell’ ultima scena del film, che è forse quella più famosa il professore entra per l’ ultima volta nella classe per prendere le sue cose e mentre sta uscendo i suoi ragazzi salgono in piedi sui banchi al grido di “ Capitano, mio capitano! “ per rendere omaggio all’ uomo che ha fatto tanto per loro e per fargli capire che il suo insegnamento non è andato perduto.

COSA POSSIAMO IMPARARE DA QUESTO FILM

Guardando il film insieme a mia figlia e confrontandomi con lei sui professori che ha incontrato durante i suoi studi viene naturale dire che tutti vorrebbero un’ insegnante come il professor Keating: appassionato, in grado di coinvolgere i ragazzi e soprattutto capace  di non limitarsi ad insegnare una materia ma di fare amare lo studio, che diventa così un mezzo per scoprire davvero quello che noi desideriamo e quello che ci appassiona.

L’ altra cosa che mi ha colpito è la difficoltà del rapporto genitori – figli: anche io nell’ adolescenza non sono riuscita ad avere un buon dialogo con i miei genitori perché anche quando ci si vuole bene non è facile raccontare veramente i nostri sogni e i nostri desideri.

Solo parlando e confrontandosi si riesce a conoscersi veramente e a venirsi incontro, spero che questo messaggio possa essere recepito dai ragazzi che guardano questo film.

 

Scheda tecnica

Titolo: L’ attimo fuggente

Titolo originale: Dead Poets Society

Anno: 1989

Regia: Peter Weir

Personaggi principali:

Professor John Keating – Robin Williams

Neil Perry – Robert Sean Leonard

Todd Anderson: Ethan Hawke

Knox Overstreet : Josh Charles

 

Premi vinti

Premio Oscar

  • migliore sceneggiatura originale

Premio Cesar

  • miglior film straniero

David di Donatello

  • miglior film straniero

 

CURIOSITA’

  • Robin Williams è stato un attore che si è distinto sia in ruoli comici che in ruoli drammatici. Candidato molte volte al premio Oscar, lo ha ricevuto nel 1998 come attore non protagonista per il film Will Hunting – genio ribelle. Si è suicidato l’ 11 agosto 2014 per non dover affrontare una dolorosa malattia che lo avrebbe comunque portato alla morte
  • Robert Sean Leonard, che interpreta Neil Perry, è famoso per il ruolo del Dottor James Wilson nella serie televisiva Dr. House – Medical division
  • Ethan Hawke, che interpreta il timido Todd Anderson, è diventato un attore affermato ricevendo varie candidature al premio Oscar ( senza mai vincerlo )
  • Josh Charles, che interpreta Knox Overstreet è diventato famoso nel ruolo di Will Gardner nella serie televisiva The good wife

( fonte wikipedia )

 

Se vuoi vedere delle immagini del film visita la mia bacheca Pinterest

Se ti piace questo tipo di film puoi leggere anche la recensione di ” Mona Lisa Smile

 

Secondo me questo è un film molto bello che può essere utile a chi, ragazzo o adulto, cerca la sua strada nel mondo e cerca di capire che persona è e chi vuole diventare.

Te lo consiglio.

Al prossimo film,

Paola

 

 

 

Utilizzando il sito, scorrendo la pagina e continuando la navigazione accetti l' utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando su " maggiori informazioni " potrai leggere la nostra cookie police dettagliata. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi