Billy Elliot: recensione del film

film

Ho visto questo film perchè durante una puntata di ” Amici ” ( talent di cui ho scritto qui ) uno dei ballerini ha interpretato un balletto ispirato proprio a questa pellicola e la storia che è stata raccontata mi aveva incuriosito molto.

L’ ambientazione del film

Billy Elliot è un ragazzino di 11 anni che vive con il padre, il fratello e la nonna nella cittadina inglese di Durham.

Il film è ambientato nel 1984 durante lo sciopero dei minatori che durò quasi un anno e mise in ginocchio tante famiglie,  ricordato come il più lungo e duro sciopero che sia mai avvenuto in Gran Bretagna.

I personaggi

Billy e la sua famiglia vivono nella parte operaia della città, dove le case sono tutte uguali, piccole e brutte.

Nel film la figura che mi ha colpito di più è quella del padre.

Lavora come minatore, quindi si trova a scioperare e a non sapere come mantenere la sua famiglia. Inoltre è vedovo da un anno e il dolore per la perdita della moglie lo ha segnato profondamente.

All’ inizio lo vediamo quindi incattivito, senza speranza e pieno di rabbia, che spesso sfoga sui suoi figli.

Per lui accettare che Billy voglia diventare un ballerino è impossibile perchè considera la danza adatta solo alle ragazze.

Il cambiamento

Andando avanti con la storia, però, vediamo che si rende conto del talento e della passione che Billy riversa nella danza e capisce che quella potrebbe essere la strada che permetterà a suo figlio di avere una vita migliore della sua.

 

L’ insegnante di danza

L’ altra figura importante del film è la signora Wilkinson che si rende conto del talento di Billy e cerca in tutti i modi di aiutarlo, arrivando anche a scontrarsi con la famiglia del ragazzo.

 

Scheda tecnica

Titolo: Billy Elliot

Anno: 2000

Regia: Stephen Daldry

Personaggi principali

Billy Elliot – Jamie Bell

Jackie Elliot ( il padre ) – Gary Lewis

Tony Elliot ( il fratello ) – Jamie Draven

Nonna di Billy – Jean Heywood

Mrs. Wilkinson – Julie Walters

 

Tutto è duro in questo film: la lotta degli scioperanti, il clima, il carattere dei vari protagonisti.

Sembrano tutti incapaci di credere ancora in qualcosa e di dimostrare affetto e simpatia verso gli altri.

Sarà proprio la vicinanza di Billy che li farà cambiare in meglio.

Devo dire che sono molto contenta di aver visto questo film perchè mi è piaciuto davvero tanto, l’ unico neo è il fatto che alcuni personaggi fumano tantissimo e per me è una cosa molto fastidiosa.

Se vuoi vedere delle immagini del film guarda la mia bacheca Pinterest.

Ti consiglio davvero di guardarlo, io quando l’ ho visto mi sono commossa tanto.

A presto,

Paola

 

 

 

Utilizzando il sito, scorrendo la pagina e continuando la navigazione accetti l' utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando su " maggiori informazioni " potrai leggere la nostra cookie police dettagliata. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi